Software
Formazione
Links & dritte
 
Sistemi
Elettronica
Matematica
Tai Ji Quan
Giada Adriani
 
Tesi
Appunti
Recensioni
 
Pillole
Racconti
Romanzi
Ospiti
 
Giochi
Eventi
Work-e
Ma.Ste.R.
 
Links
Cerca
Chi sono
Contatti
Mappa del sito
Arrows down Arrows up
  Bandiera inglese Bandiera italiana

Gruppo Ma.Ste.R.

Il Gruppo Ma.Ste.R. è nato nell'ottobre 1996 da un'idea di Stefano Adriani e Massimiliano Zattera.
La scelta del prefisso "gruppo" anziché "associazione" non è casuale: il gruppo Ma.Ste.R. è una sorta di cooperativa di liberi professionisti, specialisti dell'animazione investigativa che nel corso degli anni hanno condiviso risorse ed idee per realizzare svariati progetti (vedi G.R.A.A.L.). L'associazione è a scopo di lucro, perciò è richiesto il pagamento di un compenso per gli eventi organizzati, che possono essere una Serata in Giallo, una Cena con Delitto, un Thrilling Weekend o un Evento Live.

Disclaimer: esistono varie associazioni che offrono una formula d'intrattenimento nota come "cena con delitto", ma il Gruppo Ma.Ste.R. ha sempre preferito rimanere distante da questa tipologia di servizio. La nostra proposta è decisamente diversa da quella degli altri, e ribadiamo "diversa", non "migliore" (Degustibus non disputandum est).
La differenza sta nel fatto che la nostra formula prevede il coinvolgimento attivo dei partecipanti, che saranno invitati ad alzarsi da tavola, uscire dal locale, esplorare sotterranei o seguire tracce di sangue nel bosco. Al contrario, le altre associazioni solitamente offrono una "cena con spettacolo", permettendo ai partecipanti di investigare comodamente dal tavolo, senza dover interrompere la cena. Ci rendiamo conto che la nostra proposta è di nicchia, e che per questo motivo siamo poco conosciuti nel settore. Ma questo è quello che ci piace proporre, perciò accettiamo di buon grado di perdere qualche "cliente" per riuscire ad offrire qualcosa di speciale ed unico.

Il nostro motto è infatti: prendi una vacanza da te stesso.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi direttamente a
Stefano Adriani.

Serata in Giallo

Si tratta del classico intrattenimento noto anche come Murder Party o Serata con Delitto. Questo tipo di intrattenimento è nato in Inghilterra alla fine degli anni '70, ma ha iniziato a diffondersi in Italia solamente durante gli anni '90. Il Gruppo Ma.Ste.R. vanta di essere uno dei pionieri italiani di questo tipo di animazione, avendo inziato ad organizzare serate con delitto sin dal 1996. L'animazione coinvolge i partecipanti per tutta la serata, che spesso coincide con una cena in un locale suggestivo (un castello è il luogo ideale). In realtà Serata in Giallo può essere organizzata con successo anche in altre condizioni, gli unici punti vincolanti sono:

  • minimo 12 partecipanti, massimo 30.
  • disponibilità di un luogo dedicato alla partita: questo spazio deve comprendere vani e/o settori separati, in modo da permettere lo svolgersi di eventi segreti.
  • gli organizzatori devono avere pieno accesso alla struttura.
  • durata dalle 3 alle 5 ore.

A parte questi vincoli, Serata in Giallo può adattarsi a molte situazioni diverse. Ecco alcuni esempi tipici:

I partecipanti siedono attorno ad un tavolo intenti a cenare, durante il pasto vengono svelati alcuni fatti compromettenti. Poi, d'improvviso, un efferato omicidio li costringe ad investigare...

All'interno di un castello è stata organizzata una riunione pomeridiana dei maggiori imprenditori italiani. Durante la riunione una valigetta viene trafugata, lentamente i partecipanti scoprono di essere coinvolti in un intrigo internazionale...

In un locale pubblico è stato fissato un incontro tra la Polizia ed un terrorista pentito, questi dovrà consegnare i piani del prossimo sabotaggio previsto alle Forze dell'Ordine. Ma alcuni terroristi si sono infiltrati nel locale per uccidere il traditore...

Cena con Delitto

E' la formula classica: i partecipanti siedono al tavolo di un ristorante e cercano di risolvere un giallo durante la cena. Il mistero da svelare solitamente è un omicidio, per cui si tratta di raccogliere gli indizi, esaminare le prove e individuare il colpevole. Per quanto detto nel disclaimer, la Cena con Delitto non è la proposta di punta del Gruppo Ma.Ste.R.
A parte questa considerazione per la Cena con Delitto vale quanto detto per la Serata in Giallo.

Thrilling Weekend

E' un evento che dura più giorni, solitamente un intero week-end. I partecipanti sono alloggiati in un albergo, un agriturismo o un castello e sono coinvolti nell'investigazione 24 ore su 24. Questo non significa che non si ha la possibilità di dormire, ma semplicemente che, per chi vuole, le indagini possono proseguire anche di notte ... e gli organizzatori non mancheranno di gratificare i giocatori più instancabili con particolari effetti scenici.
A parte la durata dell'evento, il Thrilling Weekend si svolge circa con le stesse modalità della Serata in Giallo.

Evento Live

Utilizza la stessa formula della Serata in Giallo ma solitamente si svolge di giorno, all'aperto o al chiuso. In parole povere un Evento Live è una sorta di caccia al tesoro investigativa. I partecipanti sono chiamati a risolvere un mistero raccogliendo prove, interrogando testimoni, esaminando indizi. La differenza con le altre formule è che tutto ciò potrebbe avvenire in un bosco, in un borgo medievale o addirittura all'interno di un centro commerciale.
L'Evento Live è quindi un'ottima formula per reclamizzare l'apertura di un nuovo locale, per animare una festa popolare o proporre un intrattenimento originale in occasione di fiere, convegni e manifestazioni culturali.

Elementi dell'animazione

Per ragioni di sicurezza, tutti i presenti sono a conoscenza del fatto che si sta svolgendo una partita, onde evitare spiacevoli equivoci o incidenti. All'interno della zona di gioco potrebbero trovarsi anche persone non coinvolte direttamente nell'animazione, le quali vengono identificate come spettatori. I partecipanti veri e propri possono invece essere divisi in tre categorie:

Le "comparse" sono attori selezionati dallo staff organizzativo, generalmente a conoscenza dell'intera trama e mescolati agli altri partecipanti in modo da non essere individuabili in alcuna maniera. Ovviamente le comparse vengono istruite dagli organizzatori parecchi giorni prima dell'animazione e quindi sono stabilite con un certo anticipo.

Un "personaggio" invece viene generalmente assegnato poco prima di iniziare la partita, ad ogni giocatore viene attribuito uno specifico personaggio. I giocatori ricevono sotto forma di briefing personalizzato tutte le informazioni necessarie per intepretare il loro personaggio. Lo staff organizzativo prepara in anticipo tutti i briefings necessari (uno per ogni giocatore), ciascun briefing descrive un particolare obiettivo da raggiungere entro la conclusione della partita. I personaggi ignorano quindi gran parte della trama, ma conoscono sin dall'inizio indizi sufficienti per risolvere il "caso": essi sono quindi i veri protagonisti dell'animazione.

Gli "arbitri" sono infine i membri dello staff organizzativo che durante la partita servono come punto di riferimento per tutti i presenti. Se occorre distinguere tra un incidente vero ed uno simulato, ci si può rivolgere all'arbitro. Lo stesso vale se si hanno dubbi sulla tecnica di gioco: cosa è permesso fare, e cosa non si può fare. L'arbitro si preoccupa inoltre di istruire (nella prima fase di gioco) tutti i personaggi, mediante l'assegnazione dei briefings.

Svolgimento

Lo staff organizzativo costruisce la trama, prepara gli indizi e le informazioni da dare ai personaggi, seleziona le comparse necessarie e le istruisce. Spesso una delle comparse ha un ruolo fondamentale durante le partita, per esempio interpreta il padrone di casa, o un noto personaggio dello spettacolo. Una simile comparsa è quindi "smascherata" sin dall'inizio del gioco, pertanto può fungere da arbitro. Dopo la consegna dei briefings ha inizio il gioco: le comparse recitano le parti a loro assegnate, mentre i personaggi si muovono liberamente, decidendo se investigare, interrogare, osservare ecc... Chi risolve per primo il mistero vince la partita e la sessione è conclusa.
Se allo scadere del tempo nessun personaggio ha risolto il caso le comparse mettono in scena un eventuale finale.

Solitamente è gradita la presenza di uno o più luoghi isolati dalla vista dei presenti, per permettere alle comparse di incontrarsi segretamente con l'arbitro e risolvere eventuali intoppi, o di accordarsi su come correggere brusche variazioni della trama.