Software
Formazione
Links & dritte
 
Sistemi
Elettronica
Matematica
Tai Ji Quan
Giada Adriani
 
Tesi
Appunti
Recensioni
 
Pillole
Racconti
Romanzi
Ospiti
 
Giochi
Eventi
Work-e
Ma.Ste.R.
 
Links
Cerca
Chi sono
Contatti
Mappa del sito
Arrows down Arrows up
  Bandiera inglese Bandiera italiana

Veritas

In questo ciclo di Lezioni non diciamo nulla di nuovo, bensì ribadiamo alcuni concetti vecchi di millenni: la soggettività della realtà, l'esistenza degli schemi mentali e l'importanza di conoscere noi stessi. Il nostro obiettivo non è quello di svelare qualcosa di nuovo, ma di collocare argomenti diversi, anche se già noti, in ordine di importanza. In tal modo cercheremo di capire, tra la centinaia di frasi sagge che abbiamo già sentito, quali sono quelle che fungono da premessa e quali sono quelle che, a nostro parere, dovrebbero essere considerate delle conclusioni.
Il ciclo di lezioni si prefigge due obiettivi:

  1. Questione ontologica: cos'è la Realtà? Quando possiamo affermare che qualcosa Esiste? Quando possiamo affermare che qualcosa non è Vero? Per coloro che conoscono già l'argomento, in linea di massima la nostra tesi esprime quanto già detto da Senofane, dal matematico Poincaré, dalll'ermenutica nichilista e dalla psicologia costruttivista, ovvero: "l'unica realtà è quella costruita dalla mente umana".
  2. Questione funzionale: noi riteniamo che la filosofia fine a se stessa non serva a nulla. Quel che conta, alla fine, è se una data dottrina, credenza o filosofia ci permette di vivere meglio. Vedremo allora che le questioni sollevate al punto precedente dovrebbero essere dirottate verso il comandamento conosci te stesso. Con la comprensione di questo concetto tutte le domande di natura ontologica perdono significato.

Tratteremo questi due obiettivi cercando di utilizzare un metodo d'indagine il più imparziale possibile, ovvero senza operare una "scelta di campo", cioè senza assumere come valido il metodo scientifico, una qualche teoria mistica, religiosa o quant'altro. Ci saranno pagine intere zeppe di esempi e trattazioni scientifiche, è vero, ma ciò serve unicamente a farci intendere da quei lettori che hanno fiducia nella scienza. Per lo stesso motivo ogni citazione presa da testi religiosi o mistici ha come unico obiettivo quello di generare una comprensione sincretica del testo.
In altre parole ci limiteremo ad esprimere delle opinioni cercando di fornire quante più giustificazioni possibili, e non delle dimostrazioni. L'intera argomentazione non pretende di fornire un metodo, un sistema o un criterio valido per ogni essere umano: ci arroghiamo semplicemente il diritto di condividere un parere, nella speranza che esso possa essere d'aiuto o spunto per altre ricerche.

Lezioni "Veritas"

Nr. Argomento della lezione
1 Realtà oggettiva, realtà soggettiva e percezioni  Documento PDF
2 Definizione di Paradigma  Documento PDF
3 Inerzia psicologica e interpretazione della realtà  Documento PDF
4 Illusioni: i motivi della dissonanza cognitiva  Vai alla pagina
5 Conclusioni  Vai alla pagina

Disclaimer: il materiale pubblicato in questa pagina ha scopo puramente dimostrativo, ovvero rappresenta solo parzialmente l'opera menzionata. Parte dell'opera è stata omessa al fine di renderne possibile l'eventuale pubblicazione completa. Chi fosse interessato a pubblicare l'opera in toto, proponendomi un regolare contratto editoriale, può rivolgersi direttamente a Stefano Adriani, specificando la proposta di pubblicazione nell'oggetto della email.